fbpx
BUONE FESTE!
24 Dicembre 2019
Show all

Prossima riapertura con novità

L’anno 2020 per la maggior parte delle strutture turistiche rappresenta un momento particolarmente duro da affrontare in quanto richiede uno stravolgimento degli obiettivi prefissati e una riduzione dei numeri turistici previsti.

Per il nostro agriturismo ciò è vero solo in parte. Infatti il nostro principale obiettivo di sempre e ancora più di quest’ anno è valorizzare un territorio così ricco, ma anche così sconosciuto come il nostro Appennino bardigiano. La nostra principale difficoltà finora era avvicinare un turista che ci considerava sempre troppo lontano da raggiungere, un luogo poco antropizzato dove le risorse naturali passavano sempre in secondo piano, in quanto non eravamo vicini o all’interno di centri abitati.

Tutto il nostro sforzo, da quando abbiamo cambiato vita nel 2000 è sempre stato rivolto a creare un’armonia tra strutture (rustico in sasso restaurato in bioedilizia mantenendo tutte le caratteristiche architettoniche dell’ 800) ed ambiente naturale circostante: creare un “turismo” dedicato a chi gode nello stare all’aperto ad ascoltare gli uccelli, a vedere flora e fauna.

Oltre a quello che abbiamo fatto e recuperato fino ad ora, tre anni fa è cominciata la riscoperta di un bosco che noi riteniamo “magico” che si trovava nei nostri terreni acquistati nel 1997 e che abbiamo soprannominato il “Bosco di mezzo”. Ricco di muretti a secco di sassi imponenti, ancora non ne conosciamo esattamente la funzione, ma rappresenta una suggestione unica. Tutto ciò per dire che in questo anno tutto questo rappresenta un valore aggiunto: i nostri ospiti avranno a disposizione un intero bosco dove rilassarsi e mangiare: ci saranno infatti lettini, amache e tavoli per mangiare e leggere, tutto in sicurezza.

Le nostre camere subiranno delle leggere modifiche, ne ridurremo il numero, ma diventeranno delle comode “Agri-suites”.
Una tutta su di un piano composta da un salottino, due camere ciascuna con bagno privato per 2 coppie che possono condividere gli spazi (congiunti) e le altre composte da 1 camera matrimoniale e salottino sempre privato ed esclusivo. Ci sarà anche una camera singola.
Tutte le colazioni verranno servite nel loro salottino all’orario concordato e con menù scelto la sera precedente.
Quasi tutte le agri-suites avranno un accesso indipendente.
Il nostro ristorante interno (la vecchia stalla restaurata) potrà accogliere le persone ospitate nel rispetto delle distanze.
Abbiamo anche una bella terrazza panoramica coperta ma all’aperto, dove serviremo la cena ogni volta che il meteo ce lo consentirà.

Il pranzo verrà sostituito da un cestino da consumare nel bosco o in terrazza a base di insalatone, pasta, riso, farro freddi con verdure, torte salate, frittate, pane e focaccia fatta in casa etc.
Essendo una azienda agricola biologica che produce ortaggi e li trasforma nel laboratorio aziendale non mancheranno mai alimenti freschi e naturali del nostro territorio, oltre al vino e carne rigorosamente emiliani.

La nostra Azienda venderà anche direttamente i propri prodotti in azienda, al mercato del paese, ed è anche nelle nostre intenzioni, forza permettendo, a domicilio se sarà possibile, creando delle cassettine standard composte da verdure e salse di nostra produzione.
Speriamo davvero che tutto questo si tramuti in opportunità per il nostro territorio e che le persone imparino, anche se quest’ anno sarà una scelta obbligata, ad amare le cose semplici ed i sapori naturali che solo strutture come le nostre possono offrire.

Luisa Sgarbossa
Agriturismo Ca’ d’Alfieri

X